Casetta condominiale orizzontale per gatti

Tempo fa mi sono cimentato nella costruzione di una casetta di legno per i miei gatti permettendoli di risiedere comodamente fuori casa anche in inverno.

La prima versione consisteva in un condominio verticale con i vari ripiani raggiungibili da una serie di rampe interne. Avevo adottato tale sistema in quanto preferivo sfruttare in altezza lo spazio non avendone a sufficienza orizzontalmente. Fu costruita con materiale di recupero trovato in discarica oppure assi di legno che provenivano da armadi vecchi, scrivanie, e altri mobili. Le foto sottostanti mostrano le varie parti di tale progetto.

La seconda versione che realizzai, tutt’ora in uso dai miei gatti, fu costruita sulla struttura di uno Scaffale Ikea come quello della figura sottostante.

Lo scaffale fu disposto orizzontalmente sfruttando i ripiani come divisori interni ma anche per dare rigidità alla struttura. Ad ogni ripiano interno è stata rimossa l’asse centrale permettendo ai gatti di passare da una zona all’altra senza dover uscire dalla casetta. Sono state applicate poi delle porticine con finestrella in modo tale da poter accedere alle varie zone per le operazioni di pulizia e riordino.

Successivamente sono state montate delle ruote dure come quelle dei carrelli della spesa per agevolare lo spostamento della casetta condominiale che al termine della realizzazione risultava particolarmente pesante.

A distanza di tempo ho realizzato una tettoia sulla parte superiore creando quindi un’ulteriore zona coperta, che chiamo veranda estiva, dove i gatti possono riposare. La tettoia è poi stata modificata applicando una paratia mobile che protegge dal vento e dalla pioggia la parte superiore esterna e permettendo di riporre quest’ultima al di sotto della tettoia nella bella stagione. Sono riuscito inoltre a ricavare uno spazio “sottotetto” dove riporre accessori vari o scatolette di cibo. Le foto sottostanti mostrano il risultato ottenuto.

Decisi poi di spingermi oltre applicando un Arduino (opportunamente programmato) con alcuni sensori (sensore di temperatura ed umidità, sensore di luce, cicalino d’allarme) che pilotasse l’accensione e lo spegnimento di una normalissima ventola scaldabagno (posizionata in un vano esterno comunicante con la casetta) per mantenere una temperatura costante nella casetta nel periodo invernale ottenendo una casetta termoautonoma e monitorabile anche da remoto con lo smartphone/tablet/PC. Puoi saperne di più consultando questo link del mio sito.

Nel corso del tempo e studiando l’uso da parte dei gatti ho potuto constatare che la casetta poteva essere modificata ulteriormente ottenendo i seguenti vantaggi :

  • rendere più agevole l’accesso da parte dei gatti specialmente se la casetta viene posizionata adiacente ad un muro o parete
  • migliore coibentazione modificando l’apertura delle porticine
  • maggiore spazio operativo durante l’apertura delle porticine e maggiore agio per chi deve occuparsi della pulizia interna dei reparti
  • riduzione dell’uso di viteria usata per la costruzione delle porticine e della paratia mobile sostituendo i chiavistelli e le cerniere tradizionali (originalmente due chiavistelli e due cerniere per porticina) usando perni o chiavistelli a molla ed un sistema in cui il perno a molla possa scorrere in scanalature tonde permettendo nel caso delle porticine di poter slittare orizzontalmente all’interno della casetta senza creare ingombro esterno durante l’apertura.

Le foto seguenti mostrano il progetto della nuova versione non ancora realizzata (alla quale apporterei però una modifica alle porticine fissandole solo nella parte superiore permettendone l’apertura come quella tipica del cofano dell’auto).

Considerazioni finali

Come me sicuramente esistono tanti appassionati del fai da te che potrebbero realizzare quanto sopra descritto ed è per questo motivo che decido di condividere i miei progetti con la comunità di internet.

Il progetto non è difficile da realizzare ma richiede una buona manualità, gli attrezzi ed una buona quantità di tempo.

Una della mie idee era quella di poter mettere in vendita questo progetto come prodotto finito acquistabile online da chiunque. Volendo contenere i costi di realizzo per pesare il meno possibile sull’acquirente, e considerando anche il peso e le dimensioni finali del prodotto mi sono reso conto che spedire tramite corriere inciderebbe parecchio sul costo totale rendendolo meno accessibile ai meno abbienti.

E’ nata quindi l’idea di realizzare un sito di vendita online che permetta di configurare il prodotto anche in modo componibile in base alle esigenze ed al numero di animali da ospitare. Ma non è tutto! Per non pesare sul costo totale cercando di risolvere il problema del costo di spedizione, ho pensato che il portale potesse fungere da centro di smistamento degli ordini.

Una volta ricevuto l’ordine ed il relativo pagamento, l’ordine potrebbe essere inoltrato alle falegnamerie convenzionate di tutta Italia che hanno deciso di realizzare il prodotto seguendo il mio progetto. Questo permetterebbe di abattare notevolmente i costi di spedizione o addirittura di annullarli qualora il cliente si rechi direttamente alla falegnameria convenzionata per il ritiro del prodotto.

Faccio un esempio :

  • Qualsiasi Falegnameria potrebbe decidere di aderire alla convenzione (in modo del tutto gratuito) per realizzare i miei prodotti. In sostanza avrei a disposizione ,in diverse località d’Italia, falegnamerie disposte a realizzare i miei prodotti in cambio di un compenso già definito che non altera il prezzo finale del prodotto.
  • Un cliente di Verona decide di acquistare il prodotto dal sito internet e durante la fase finale d’acquisto (prima del pagamento) il sito in automatico fornisce al cliente un elenco di falegnamerie convenzionate nella zona di residenza del cliente.
  • Il cliente effettua l’ordine e paga e specifica se si recherà lui stesso per il ritiro del prodotto o se invece richiede la consegna da parte della falegnameria (in base ad una tabella di costi esposti sul sito in fase di ordinazione)
  • Il sistema ecommerce del sito invia l’ordine di produzione alla falegnameria selezionata dal cliente
  • La falegnameria inizia la produzione del prodotto ordinato rispettando i tempi e le modalità di costruzione. Al termine della produzione il cliente viene avvisato e si procede alla consegna o ritiro da parte del cliente.
  • Il cliente conferma che il prodotto sia conforme a quanto ordinato rilasciando (tramite apposita funzione del sito ecommerce o link ricevuto via email dopo aver effettuato il pagamento online), in fase di consegna o di ritiro della merce, il nulla osta affinché possa essere emessa nota di credito per la falegnameria che ha realizzato il prodotto.

Cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *